Casi trattati

Decesso per infezione nosocomiale non opportunamente curata generata da dimenticanza nella ferita di garze e bendaggi da ferita chirurgica imputabile a errore medico gravissimo dovuto a imperizia, imprudenza e condotta medica negligente.

Valore di causa 1.500.000 €

Decesso di paziente affetto da sindrome di Dandy – Walker con DVP – derivazione ventricolo peritoneale – dalla nascita per errato trattamento farmacologico imputabile a errore medico gravissimo dovuto a imperizia, imprudenza e condotta medica negligente.

Valore di causa 1.800.000 €

Danni permanenti per asportazione totale della tiroide non dovuta a fronte di insufficienti motivazioni cliniche e omesso suggerimento di trattamento maggiormente conservativo imputabile a errore medico gravissimo dovuto a imperizia, imprudenza e condotta medica negligente.

Valore di causa 1.200.000 €

Danni permanenti per recidiva dell’ernia a livello L5/S1 con ricomparsa di lombosciatalgia ed emisindrome della cauda con peggioramento delle funzioni urinarie per errato trattamento terapeutico imputabile a errore medico gravissimo dovuto a imperizia, imprudenza e condotta medica negligente.

Valore di causa 480.000 €

Decesso per schock emorragico acuto dovuto a lacerazione tra la cavità addominale ed il segmento inferiore dell’utero a causa di parto cesareo gemellare imputabile a errore medico gravissimo dovuto a imperizia, imprudenza e condotta medica negligente.

Valore di causa 1.800.000 €

Danni permanenti per errato intervento di chirurgia estetica di lifting delle sopracciglia ingenerante paresi del ramo facciale frontale, deficit del muscolo elevatore del sopracciglio e del muscolo corrugatore imputabile a errore medico gravissimo dovuto a imperizia, imprudenza e condotta medica negligente.

Valore di causa 350.000 €

Danni permanenti per perforazione del rene imputabile a errore medico gravissimo dovuto a imperizia, imprudenza e condotta medica negligente.

Valore di causa 1.200.000 €

Danno da nascita indesiderata in ragione di mancato riscontro di anomalie genetiche fetali gravissime imputabile a errore medico gravissimo dovuto a imperizia, imprudenza e condotta medica negligente.

Valore di causa 2.800.000 €

Danno permanente per intervento di protesi monocompartimentale eseguito sul ginocchio sbagliato imputabile a errore medico gravissimo dovuto a imperizia, imprudenza e condotta medica negligente.

Valore di causa 450.000 €

Danno permanente per insufficienza renale cronica di grado severo con conseguente indispensabile terapia emodialitica sostituiva imputabile a errore medico gravissimo dovuto a imperizia, imprudenza e condotta medica negligente.

Valore di causa 2.500.000 €

Danno permanente cerebrale gravissimo per ipossia causato da estubamento accidentale di paziente con problematiche cardiache in sala terapia intensiva e rianimazione non adeguatamente sorvegliato imputabile a errore medico gravissimo dovuto a imperizia, imprudenza e condotta medica negligente.

Valore di causa 1.900.000 €